Plastic tax, ancora più preoccupante l’effetto domino se associata a Sugar tax

6 Feb 2024 | Comunicati stampa

ASSOBIBE chiede subito un intervento su misure che non servono e alimentano incertezze

Roma, 5 febbraio 2024. “Ci associamo all’allarme lanciato da Marco Bergaglio, di cui condividiamo le preoccupazioni relative alla possibilità che la Plastic tax possa entrare in vigore il prossimo 1° luglio.
Una misura che impatterà su tutta la filiera e sulle imprese produttrici di bibite analcoliche che, tra poche settimane, dovranno iniziare a prepararsi all’appuntamento anche con un’altra tassa, la Sugar tax, che da sola produrrà un aumento del 28% della fiscalità su ogni litro di chinotto, aranciata, limonata etc., impattando su mercato (-15,6%), investimenti (-46 mln) e acquisti di materie prime (-400 mln)”.
Così Giangiacomo Pierini, presidente di ASSOBIBE, l’associazione di Confindustria che rappresenta i produttori di bibite analcoliche in Italia, commenta l’allarme lanciato da Marco Bergaglio, Presidente di Unionplast e Vicepresidente di Federazione Gomma Plastica, sulla proroga dell’entrata in vigore della Plastic tax che, nonostante sia stata inserita nel Decreto Milleproroghe, attualmente non è oggetto di discussione alla Camera.

“Le aziende che rappresento sono le uniche su cui si allarga l’ombra di due nuove gabelle, che senza un intervento dei decisori entreranno in vigore entrambe il prossimo lugliospiega Pierini -. Sulla Sugar tax però, a differenza della tassa sui manufatti in plastica, è già in vigore un decreto attuativo. Si preannuncia uno scenario estremamente difficile per imprese e cittadini; servono scelte coraggiose da parte del Governo che favoriscano la crescita e orientino risorse su politiche positive anziché deflattive”.

Ufficio Stampa
Elena Sabino – elena.sabino@elettrapr.it – 392 4132100
Mauro Perego – mauro.perego@elettrapr.it – 393 8188596

 

 

 

 

Ultimi articoli

Produttori e distributori del beverage uniti nel rimarcare l’importanza dei consumi fuori casa per il Paese

L’appello lanciato dal Presidente di ASSOBIBE al convegno “Consumi e scenari nell’Italia che cambia” nel corso della 13° edizione dell’International Horeca Meeting di Rimini.
“In questa fase di grande incertezza, con un’inflazione che ha modificato la spesa per il fuori casa e si è radicata nelle aspettative degli italiani, servono misure del Governo a sostegno dei consumi, anziché depressive”

Manovra 2024: Sugar tax, lo slittamento è un segnale importante ma restano i preoccupanti effetti  della tassa su consumatori e imprese

Manovra 2024: Sugar tax, lo slittamento è un segnale importante ma restano i preoccupanti effetti della tassa su consumatori e imprese

ASSOBIBE: subito un confronto per intervento definitivo

Per il settore l’entrata in vigore della tassa (+28% di fiscalità) a luglio 2024 significa una flessione delle vendite del 15,6%, una riduzione degli acquisti di materie prime di 400 mln e un taglio degli investimenti di 46 mln. A rischio oltre 5 mila posti di lavoro.
Una misura che penalizza il prodotto e non i comportamenti scorretti e vanifica gli sforzi fatti da un settore che negli anni ha tagliato del 41% lo zucchero immesso a consumo.